Qualcomm annuncia lo Snapdragon 636 e un modem 5G

Geronimo Vena
Ottobre 17, 2017

Il SoC integra una CPU Kryo 260 a otto core con frequenza massima di 1,8 GHz che fornisce prestazioni fino al 40% superiori agli otto core ARM Cortex-A53 dello Snapdragon 630.

La nuova GPU Adreno 509 garantisce un incremento delle prestazioni del 10% rispetto al modello precedente.

Assieme all'annuncio del primo test di connettività 5G da mobile, Qualcomm ha anche presentato il suo reference design di uno smartphone dedicato allo sviluppo e al test della rete di nuova generazione. Il DSP è un Hexagon 680 progettato per supportare le applicazioni di intelligenza artificiale basate sulle librerie Tensorflow e Caffe / Caffe2. C'è da aspettarsi quindi miglioramenti anche sotto questi fronti, come il modem X12 LTE che porterà la connessione di questi dispositivi a raggiungere i 600 Mbps. Il processore di immagine Spectra 160 a 14 bit può gestire una configurazione dual camera (16+24 megapixel) con zoom ottico e autofocus ibrido. Grazie a Qualcomm QuickCharge 4.0, il dispositivo sul quale è installato il SoC può ricaricare la batteria fino al 50% in appena 15 minuti. Le spedizioni agli integratori inizieranno nel mese di novembre, per cui i primi dispositivi con Snapdragon 636 potrebbero arrivare sul mercato già nei primi mesi del 2018. Il noto chipmaker ha presentato al mondo il suo inedito smartphone reference design, utilizzato per testare il modem X50 e la nuova antenna con connettività 5G. Accordo con Netgear. Il nuovo standard 5G permetterà di trasferire dati in downstream fino a 20 Gbps con una latenza pari a 1 ms: L'ITU definisce la tecnologia 5G: i requisiti tecnici per i dispositivi compatibili.

Gli Snapdragon però sono interi sistemi in un singolo chip e includono anche altri chip come il modem e il gestore del sensore della fotocamera.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE