Napoli, Hamsik non ci pensa: "Il record di Maradona non è un'ossessione"

Barsaba Taglieri
Ottobre 17, 2017

Il record di Maradona non è affatto un'ossessione: "Sarebbe bello eguagliare il record, ci tengo tanto ma tengo in primis alla squadra". "In Ucraina abbiamo giocato veramente male e abbiamo meritato di perdere - ammette Hamšík - ma il nostro obiettivo resta dare il massimo e passare il girone". "Tutte le gare sono importanti, ma la Champions è più bella da giocare". I sogni sono sempre quelli di vincere trofei importanti, ma domani sarà una partita importante per andare avanti e conquistare gli ottavi di finale. La Champions è di un altro livello, è complicato affrontare le partite europee più di quelle in campionato. E' una sfida affascinante tra due squadre che fanno un calcio bello e spettacolare.

"Il City è una squadra mostruosa, ma noi possiamo fare bene".

Obiettivi personali? L'obiettivo è puntare sempre al massimo: giocare bene per vincere le partite. Domani rappresentiamo l'Italia su un campo importante, ma ci hanno fatto giocare pochi giorni fa con la Roma e poi subito con l'Inter uno scontro diretto. Preferirei fare punti in questo stadio.

"Domani è solo una partita delle 60 che ci aspettano. E' importante per noi, per i tifosi". "L'importante, quindi, è cercare di fare punti contro quella che è la squadra da battere nel girone".

"È bellissimo ritornare a Manchester e affrontare una delle squadre più forti d'Europa". "Direi molta differenza. Da allora è cresciuto il City che è ancora più competitivo, ed è cresciuto anche il Napoli".

"In Ucraina abbiamo disputato la nostra peggior partita, col Feyenoord abbiamo vinto ma non eravamo ancora in condizioni ottimali". Non sarà facile, ma è il Napoli più forte con cui ho giocato. Teniamo più al campionato che alla Champions? "Siamo qui per confrontarci con le migliori d'Europa".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE