Farina per polenta ritirata dal mercato: "Attenzione, non mangiatela"

Bruno Cirelli
Ottobre 14, 2017

"Chi l'ha comprata non la consumi". E' questa la motivazione che ha portato al ritiro dal mercato della farina di mais gialla bramata venduta con il marchio "Azienda Agricola Buono e Bio". Nello specifico il provvedimento del ministero riguarda il lotto L 17081 con scadenza 22-03-2018 delle confezioni da un kg.

Le fumonisine presentano una tossicità acuta che supera quella delle aflatossine e sono state trovate oltre i limiti consentiti dalla legge.

Cosa sono le fumonisine? Il lotto richiamato è stato trovato contaminato da micotossine, ovvero fumonisine che sono tossine da funghi del genere Fusarium, e in particolare del tipo Fusarium moniliforme, Fusarium verticilloides e Fusarium proliferatum, parassiti del mais e anche di altri cereali come frumento o grano, riso, miglio e sorgo. Questo è l'allarme lanciato dal dicastero, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello "Sportello dei Diritti", pubblicato sul portale dedicato agli allarmi consumatori alimentari pericolosi del Ministero della salute nella sezione "Avvisi di sicurezza". Anche sui cavalli gli effetti delle fumonisine sono conosciuti ai più perchè provocano leucoencefalomalacia, la principale causa di morte per questi animali. Il Comitato Scientifico per l'Alimentazione (SCF) ha stabilito nel 2003 un livello massimo di esposizione giornaliera alle fumonisine (Tolerable Daily Intake - TDI) di 2 µg/kg di peso corporeo.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE