La Liberty diventa Palazzina Fo-Rame

Bruno Cirelli
Ottobre 13, 2017

Un anno fa ci lasciava Dario Fo.

Già ieri giovedì 12 ottobre Rai News24 ha trasmesso lo speciale "Il sorriso del giullare". Così, a un anno esatto dalla morte di Dario Fo (e un anno prima di Franca Rame), il Comune di Milano ha deciso di intitolare la storica Palazzina Liberty di largo Marinai d'Italia ai due attori che nei lontani anni '70 recuperarono l'edificio, abbandonato e chiuso da anni, e lo valorizzarono facendone, con "la Comune", uno dei centri della "cultura alternativa" milanese e, soprattutto, il loro quartier generale. Sempre giovedì "Stracult live show", il programma di Rai2 in onda alle 23.30, ricorderà l'artista trasmettendo dei filmati sulla sua lunga carriera.

Il 13 ottobre Uno Mattina e La vita in diretta su Rai 1, I fatti vostri e Detto fatto su Rai 2 dedicano spazio alla figura di Dario Fo.

Omaggio anche da Rai5 che alle 21.15 propone "Mistero Buffo".

Anche Radio Rai ricorda Dario Fo. Per raccontare le storie, l'attore utilizza una lingua inventata, il grammelot, che racchiude alcune parole in dialetto padano con inflessioni venete, lombarde e piemontesi, e che obbliga l'attore a illustrare e a spiegare ciò che sta recitando, come se fosse un'opera in lingua straniera.

Rai Storia e Rai5 raccontano il drammaturgo.

Tutte le Testate radiofoniche e televisive dedicheranno, inoltre, servizi e approfondimenti su questo grande e poliedrico innovatore della cultura italiana. Rai Radio, infine, gli dedicherà quattro ore di speciali su Radiotechetè: la vittoria del Nobel nel '97 sarà rivissuta attraverso spezzoni di Giornali Radio, spettacoli teatrali, interviste a letterati, critici, traduttori, colleghi e amici.

Nel corso della mattinata saranno proiettati il promo del documentario "Da bambinetta archiviavo le carte dei mandarini"; il documentario "Ma che aspettate a batterci le mani", realizzato dagli allievi del Laboratorio creativo con Archivio MusALab Rame Fo; il film "Lo svitato"; "La fame dello Zanni" tratto dal Mistero Buffo e si terrà una vista guidata alle sale espositive del MusALab e ai depositi che conservano l'Archivio Rame Fo. Chiudono lo Speciale l'intervista al Nobel di Isabel Ada Herreira per "Esemplari del nuovo teatro" a cura di Carlo Massa ( Radio3- 5 novembre 1976).

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE