Shevchenko: "Milan in costruzione. Mi piace molto Icardi, un vero leader"

Rufina Vignone
Ottobre 12, 2017

"Ma anche quello nei quarti di finale, segnai di sinistro su passaggio di Cafu".

Infine una parola sullo sfortunato epilogo della sua Ucraina fuori dal mondiale: "Peccato ma sono sicuro di far crescere la squadra e spero di poterci classificare al prossimo Europeo". Il Milan era davvero una famiglia. Parliamo tanto di calcio, da sempre. "Sono CT grazie alla tattica e alla metodologia di lavoro imparata in Italia". Perché il derby di Milano è speciale? Perché trasmette emozioni intense. Il giocatore chiave del Milan? La squadra è in costruzione, un leader va ancora definito. Mi piace molto. Se in futuro mi vedo al Milan come allenatore? È questo il mio futuro.

SFIDA TRA TECNICI - L'attuale vice-allenatore dell'Ucraina esamina poi la sfida che andrà in scena domenica sera e quella a distanza tra i due tecnici, Luciano Spalletti e Vincenzo Montella: "Chi è più avanti nel lavoro tra Luciano Spalletti e Vincenzo Montella?" Sono cambiate tante cose nei due club, ci vuole tempo per tornare a certi livelli. Credo che questo derby dia motivazioni forti a tutte e due le squadre, restare in zona Champions League è fondamentale. Anch'io mi aspetto spettacolo. Quanti gol ho fatto all'Inter? "Quindici, esattamente quattordici con il Milan e uno con la Dinamo Kiev".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE