Roma, Pellegrini: Col Napoli scontro diretto, mi piacerebbe segnare

Rufina Vignone
Ottobre 12, 2017

"Un'esperienza bellissima, qui ci sono cresciuto e continuo a crescerci. Meglio di sentirsi a casa propria non c'è nulla, speriamo mi aiuti a continuare a crescere, è bellissimo stare qui di nuovo".

"È stata un'emozione grandissima perche era completamente inaspettata". Sono tre giocatori, fondamentalmente, Daniele De Rossi, Alessandro Florenzi, Lorenzo Pellegrini, in ordine alfabetico e di età e forse anche di indispensabilità per i ghirigori tattici del Di Francesco, in attesa che il tempo passi e mescoli i destini. Io e Daniele spesso parliamo, dice che a volte sono frettoloso nelle giocate, sto capendo l'importanza della gestione e scegliere il momento giusto per la ripartenza. E' stato bellissimo, anche più dell'esordio, erano le prime partite che facevo. "Poi ho avuto continuità, sentivo che andava sempre meglio e il gol è sempre eccezionale, il primo in A è bellissimo". Per il giovane centrocampista giallorosso molto ha rappresentato il tecnico Eusebio Di Francesco, che ha avuto prima al Sassuolo e ora alla Roma.

Speriamo. Mi piacerebbe segnare il primo gol all'Olimpico, a casa nostra, ma quando arriva arriva. "Sono di indole sempre molto tranquillo e sereno, sono consapevole che se sono qui è perché non ho mai smesso di lavorare, è sempre molto importante quello che si fa dopo nel calcio e non quello che hai fatto prima".

Quali certezze portate per la partita con il Napoli dopo questa serie di vittorie? Sabato non giocherà Strootman per un problema alla coscia sinistra, al suo posto ci sarà Pellegrini una garanzia per l'allenatore: "Scendiamo in campo con certezze ben precise. Anche noi stiamo facendo bene, dobbiamo continuare così e vincere contro il Napoli". "Dobbiamo continuare così per vincere contro il Napoli e per affrontare la partita di Champions contro il Chelsea". Abbiamo lavorato bene in questi giorni, il dolore al polpaccio è sparito quindi sarò a disposizione. "Mi è dispiaciuto molto non giocare con la Nazionale". Mi ha aiutato a farmi entrare in questo modo di ragionare cercando di capire che non bisogna mai accontentarsi. E' stato ed è ancora importante per la mia crescita. Le misure di sicurezza però sono importanti: più di 600 steward, oltre mille agenti, controlli fin dai caselli autostradali e nelle stazioni, percorsi diversi per arrivare allo stadio e aree di sosta dedicate solo ai sostenitori del Napoli. Lui e tutto lo staff sono davvero importanti. Come ho detto tante volte, Daniele (De Rossi, ndR) è stato sempre un punto di riferimento. "Quando ero piccolino ancora non avevo capito quale fosse il mio ruolo". Poi mi è sempre piaciuto Ronalindho. C'è un consiglio che tengo nella testa?

Le gare di novembre saranno importantissime. Capitolo Nazionale: "Lo spareggio sarà importantissimo, ci stiamo già pensando".

Quanto sarebbe bello andare in Russia con due prodotti del Settore Giovanile come Florenzi e De Rossi?

Pensandoci è sicuramente una cosa più unica che rara. Loro sono due persone fantastiche.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE