Nissan GT-R /C: tra pista e PlayStation

Geronimo Vena
Ottobre 12, 2017

Una vettura da oltre 540 Cv è stata guidata in pista tramite un game controller. Per scatenare tutta la potenza di GT-R, basta il leggero tocco di un pulsante o di un joystick e raggiungere la velocità record di 315 km/h, senza alcun bisogno di un conducente a bordo.

Mardenborough, tra tutti i vincitori di GT Academy Nissan, è quello che ha riscosso maggior successo, ed è stato scelto come primo pilota di GT-R /C per il suo ineguagliabile talento, dimostrato sia nelle sessioni virtuali di Gran Turismo, sia nelle gare automobilistiche reali. Il risultato è stato sensazionale, perchè il giro più veloce si è assestato sull'1'17 " 47 con una media di 122 km/h e una velocità massima di 211 km/h, quando una normale auto da corsa con pilota a bordo raggiunge solitamente la media di 134 km/h.

"La GT-R /C è stata progettata nel Regno Unito da JLB Design Ltd., sulla base di una R35 del 2011 dotata di motore V6 standard da 542 Cv: una scelta non casuale, visto che il 2011 è l'anno in cui Jann Mardenborough ha vinto GT Academy".

Dal punto di vista tecnico, la Nissan GT-R R/C si avvale dell'integrazione di un modulo di quattro robot, ciascuno dei quali ha il compito di azionare rispettivamente sterzo, trasmissione, acceleratore e freni. A loro volta, i comandi vengono tenuti sotto costante osservazione da sei computer di bordo, che provvedono ad aggiornarne l'azione fino a 100 volte al secondo. Inoltre, uno specifico sensore VBOX Motorsport sviluppato da Racelogic aiuta il driver a distanza nella valutazione del veicolo in curva: in questo caso, i dati che riguardano la velocità vengono inviati da un display LCD collocato nella cabina dell'elicottero dal quale Jann Mardenborough ha pilotato la vettura. E non è tutto: GT-R /C presenta due sistemi di sicurezza indipendenti, che consentono a due operatori aggiuntivi di applicare la frenata con ABS e di arrestare il motore laddove l'operatore principale perda il controllo del veicolo. Dovevamo assicurarci che i sistemi robotici funzionassero in maniera efficace in accelerazione/decelerazione e nelle curve veloci. Inoltre dovevamo offrire un controllo realistico e rassicurante, in modo da mantenere una solida connessione tra l'auto e il controller Dualshock, a distanze variabili e con un ritardo minimo nella risposta. Con il trascorrere degli anni, poi, la passione si trasforma dando libero sfogo alla fantasia che spesso è addirittura in grado di superare l'immaginazione: è questo il caso della Nissan GT-R /C, esemplare unico radiocomandato e senza pilota messa sulla pista di Silverstone che Jann Mardenborough, pilota Nismo e già vincitore della GT Academy, ha potuto guidare per celebrare i vent'anni della Casa giapponese all'interno della saga videoludica Gran Turismo e l'imminente arrivo sulle console di Gran Turismo Sport. JLB Design ha fatto un lavoro incredibile in questo senso.

L'esperimento di guida a distanza organizzato da Nissan possiede anche una valenza didattica: la GT-R R/C sarà utilizzata, nei prossimi mesi, in un tour nelle scuole elementari e medie di oltremanica, con l'obiettivo di promuovere gli allievi verso una futura carriera scientifica, tecnologica, ingegneristica e matematica.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE