"Inammissibile ricorso Puglia", gasdotto Tap va avanti

Bruno Cirelli
Ottobre 12, 2017

La Corte Costituzionale giudica inammissibile il conflitto di competenza sollevato dalla Regione Puglia contro lo Stato sul procedimento di autorizzazione del gasdotto Tap.

Nell'aprile di quest'anno la Consulta aveva già bocciato un comma di una legge pugliese in cui si prevedevano alcune deroghe ai vincoli urbanistici sui terreni soggetti all'espianto degli ulivi per la costruzione del gasdotto Tap.

La decisione è stata preceduta da una serie di pronunciamenti di altri organi giurisdizionali che negli ultimi mesi si sono espressi sulla realizzazione dell'infrastruttura, giudicata fra quelle a valenza strategica per la competitività e l'approvvigionamento energetico del Paese.

Dopo aver chiesto la revoca del provvedimento, non avendo ottenuto risposta dal Mise, la Regione Puglia ha presentato ricorso per conflitto di attribuzione. Questa scelta, a mio parere errata, adesso autorizza l'inizio dei lavori del cantiere contro la logica progettuale e contro la volontà delle popolazioni che non accettano, giustamente, l'approdo del gasdotto e la realizzazione delle opere connesse sotto e nelle adiacenze di una delle più belle spiagge del Salento in pieno sviluppo economico.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE