Fukushima. Tribunale ordina il risarcimento per il disastro del 2011

Bruno Cirelli
Ottobre 12, 2017

La Corte distrettuale di Fukushima ha ordinato al governo giapponese e alla Tokyo Elettric Power - il gestore della centrale nucleare di Fukushima - di pagare i danni a 3.800 cittadini coinvolti nell'incidente del marzo 2011. La delibera della Corte distrettuale di Fukushima prevede un pagamento di 500 milioni di yen, l'equivalente di circa 3,7 milioni di franchi. Nella motivazione della sentenza il giudice ha indicato che "l'inattività del governo a esercitare la propria funzione di regolamentazione (non ordinando, cioè, alla Tepco di prendere le misure adeguate) è stata estremamente irragionevole".

Un dibattito che tuttavia - a giudicare dai sondaggi - rimarrà marginale alle imminenti elezioni politiche del 22 ottobre.

A distanza di sei anni dal disastro, sono ancora 55'000 le persone sfollate a Fukushima e nelle regioni adiacenti.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE