Candreva: "L'Inter è unita, ragioniamo partita dopo partita"

Rufina Vignone
Ottobre 12, 2017

Spinta in più dalla Nazionale?

"Siamo un gruppo unito, formato da professionisti e da ragazzi per bene". E' una partita importante, sappiamo che è il derby. "Noi siamo pronti e da oggi cercheremo di prepararci al meglio". Meglio segnare nel derby o con la Juve? "E' giusto fare così, ora c'è il derby ed è importante per il nostro cammino in campionato".

Un gol importante in vita del derby? Volevamo vincere con l'Albania dopo la partita non positiva con Macedonia. Sono contento di aver trovato il gol, voelvamo essere testa di serie ai playoff. Ritorno all'Inter con entusiasmo.

"Queste sono cose che pensate voi addetti ai lavori". Fa piacere essere accostati a gente che fatto la storia dell'Inter. Spero di farla anch'io. Essere fischiati fa parte del nostro lavoro. "L'importante è dare tutto e uscire con la maglia sudata".

Cosa significherebbe vincere questo derby? Vogliamo fare un campionato importante, all'altezza della maglia che indossiamo.

SUL MILAN - "Vengono da gare complicate, saranno arrabbiati, ma noi lo saremo più di loro: vogliamo vincere". In generale, non ho ancora fatto gol? L'Inter deve lottare per i primi quattro posti.

SULLA PREPARAZIONE - "Assolutamente, adesso abbiamo partite importanti come il derby e il Napoli, Ora pensiamo alla gara di domenica, importante per noi e per i tifosi". Il centrocampista dell'Inter Antonio Candreva, rientrato da poco dopo gli impegni con la Nazionale, carica l'ambiente in vista del derby di domenica sera. "I risultati poi ci danno una grossa mano psicologicamente, vogliamo rimanere in alto".

"Il derby sarà una partita difficile. Sono molto simili, entrambi due grandi partite". L'Inter ha fatto 6 vittorie e un pareggio e ho la coscienza a posto. "Prima però testa al derby, in caso di vittoria affronteremo la gara col Napoli con uno spirito migliore". "C'è da migliorare, c'è Mauro in avanti, gli posso servire palle lunghe o più corte.".

Sei pronto a giocare nel ruolo di trequartista? Da trequartista ho giocato ma conta fino a un certo punto.

Inter brutta e fortunata?

"Non lo abbiamo visto bene perché siamo partiti con la Nazionale e poi è stato infortunato". Con la Roma un grandissimo secondo tempo. Mi fa piacere se segno, ma l'importante è il bene della squadra. Pensiamo quando vinceremo bene cosa potremo fare. Anche con la Spal è stata una buona partita.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE