"Suburra - La serie", intervista a Francesco Acquaroli e Filippo Nigro

Ausiliatrice Cristiano
Ottobre 11, 2017

Se dopo il primo romanzo, dedicato alla banda della Magliana, ne faceva seguito Nelle mani giuste (che narrava le vicende successive al disfacimento della banda e all'arresto del Freddo, parentesi assente sia nella serie che nel film), in cui uno spietato Scialoja insieme a Patrizia (ex donna del Dandi) viveva la nascita della "nuova Roma" del boom economico anni '90 e la creazione di nuovi gruppi criminali, Suburra è il seguito diretto di quegli avvenimenti. Mostra del Cinema di Venezia, Suburra - La Serie è arrivato in Italia.

Pier Paolo Pasolini li avrebbe descritti così, i tre protagonisti di Suburra: tre ragazzi facenti parte di famiglie mafiose, di zingari, figli di poliziotti, ma che nell'anima sono ragazzi di vita, che cercano il loro posto nel mondo.

Questa serie è stata diretta da Michele Placido, Andrea Molaioli e Giuseppe Capotondi. Bellissima e torbida, cornice perfetta per un nuovo romanzo criminale. E anche se la vicenda di criminalità e potere consumata sullo schermo poteva dirsi narrativamente conclusa, il film sembrava già l'episodio pilota di una serie tv: perché apparecchiava un mondo complesso e personaggi intriganti, oltre alla possibilità di molteplici piste narrative. Alessandro Borghi torna a vestire i panni di Aureliano Adami, nella sua ascesa e trasformazione psicologica per diventare Numero 8, una delle teste calde più temute di Ostia e una delle spine nel fianco più pericolose per Samurai.

Ma come e dove si possono vedere le repliche in tv e streaming di Suburra la serie? La serie rappresenta un'occasione per scavare meglio nelle psicologie, nei tormenti, nelle luci e nelle ombre soltanto "schizzate" da Sollima; ma la mancanza della mano di un regista esperto e capace di padroneggiare i generi con disinvolta naturalezza si sente: il prodotto va avanti a fatica e i primi due episodi, necessari ma didascalici, sono difficili da collocare nel panorama odierno cine-televisivo.

Se nel Suburra di Sollima abbiamo visto la politica più mondana, quella scandalistica e televisiva con il personaggio dell'onorevole Filippo Malgradi interpretato da Pierfrancesco Favino, questa volta con il personaggio di Filippo Nigro, ovvero Amedeo Cinaglia, scivoliamo nel dietro le quinte della politica.

La limatura degli spazi dei comprimari, inoltre, risolve un'altro problema che si era presentato nella premiere della serie, ossia un cast di attori che, soprattutto nelle figure di contorno, non sembra sempre all'altezza di una produzione internazionale, ma molto più tipica di una certa produzione italiana.

La serie di Suburra è arrivata su Netflix venerdì 6 ottobre e secondo le prime analisi sta riscuotendo un grandissimo successo. Gli illeciti sono all'ordine del giorno e proprio su questo si basa la trama della serie.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE