Rossi: "Pronto per Motegi e darò il massimo"

Rufina Vignone
Ottobre 11, 2017

Valentino Rossi si presenta in Giappone in condizioni fisiche nettamente migliori rispetto ad Aragon dove comunque la sua partecipazione sapeva di mezzo miracolo dopo il recupero a tempi record dall'infortunio.

"Per la prossima gara dobbiamo provare a lavorare di più del solito".

Nonostante abbia dretto addio alla corsa mondiale non vuole fare la comparsa: "Ho fatto il massimo per essere in forma per l'appuntamento di Motegi, che è sempre un gran premio molto importante per la Yamaha".

Il pilota di Tavullia reduce dal brutto incidente in allenamento del 31 agosto con frattura di tibia e perone della gamba destra si è reso protagonista di una vera e propria impresa tornando nel'ultimo weekend iridato di Aragon (Spagna), centrando un quinto posto dal sapor di vittoria. Un gap importante, ma che non è ancora incolmabile. Insomma, storicamente parlando, Motegi ha riservato un solo grande successo a Valentino (quello del 2008).

Uccio: "Sa quando smettere, non per ora".

. E' rimasto indelebile nelle menti degli appassionati il bellissimo duello che il numero 46 ed il suo compagno di team, Jorge Lorenzo, ebbero nel 2010, coi due che fecero a sportellate fino all'ultima curva pur di guadagnare il podio mentre Casey Stoner andava a vincere la gara davanti ad Andrea Dovizioso (Honda). Un trionfo importante, come dicevamo, perché già qualcuno, soprattutto i suoi detrattori, avevano dato il via ai titoli di coda della sua carriera: l'ascesa di Stoner, il ko del 2006 all'ultima gara e l'iride del compianto Nicky Hayden a dar forza alle tesi degli anti-rossisti. Ma il campione, il grande campione, si vede nei momenti difficili e in quella stagione Rossi fu straordinario portandosi a casa la bellezza di 9 gare e suonando l'ottava e decisiva sinfonia proprio sull'asfalto nipponico. È uno dei miei preferiti ed è casa della mia scuderia. Una chiusura fantastica, degna di "The Doctor". Dobbiamo continuare a combattere e lavorare mantenendo alta la motivazione, sebbene non sarà semplice ricucire il ritardo dal leader del campionato.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE