"Google si compra Apple", l'epic fail dell'indice Dow Jones

Geronimo Vena
Ottobre 11, 2017

Sono le 15.30 italiane quando la notizia viene diffusa attraverso il servizio Newswires.

"Google acquista Apple per 9 miliardi di dollari" è stato il titolo di una notizia che l'agenzia Dow Jones Newswires ha inviato ai suoi abbonati in tutto il mondo nella mattinata del 10 ottobre. Dopo che è stata chiarita la situazione, il valore delle azioni della società di Cupertino è tornato ad essere quello normale.

Al contrario di quanto possa pensare l'errore non ha provocato conseguenze sugli scambi riguardanti il colosso di Mountain View ed il valore delle azioni della Apple.

Nella pratica, la news è stata generata da un algoritmo matematico - da un bot - e non da una persona umana, pescando diverse frasi da varie notizie che, una volta collegate aumeticamente, hanno portato alla stesura di una fake news. Dow Jones, l'indice azionario della Borsa di New York, ieri ha diffuso per errore voci di una presunta trattativa per l'acquisto di Apple da parte di Google. Insomma, tutta una serie di dettagli che potrebbero risultare veritieri se non fosse che subito dopo un portavoce del Dow Jones è intervenuto tramite la redazione di 9to5Mac per scusarsi dell'accaduto e spiegando che si è trattato solo di un errore tecnico: "Per favore, ignorate le headline comparse su Dow Jones Newswire dalle 9:34 AM ET alle 9:36 AM ET".

A causa di questi dati il gigante del web avrebbe deciso di investire su una propria linea di prodotti, i cui ultimi esemplari sono i Pixel 2 presentati e il nuovo PixelBook, con l'intento di generare traffico per i suoi servizi senza necessariamente pagare le quote a produttori terzi.

Pertanto, Google non ha comprato Apple e Apple non è stata comprata da Google.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE