Google Home Mini: bug abilita la registrazione audio continua

Geronimo Vena
Ottobre 11, 2017

A quanto pare, i Google Home Mini che il gigante di Mountain View ha regalato ai giornalisti che hanno preso parte all'evento dedicato ai Pixel, conterrebbero un grave bug di sicurezza.

Google Home Mini, la nuova generazione dello speaker smart Google Home, ha riservato una brutta sorpresa a tutti coloro che lo hanno ricevuto per primi.

La causa è da imputarsi al pannello touch presente nella parte superiore del dispositivo, che percepiva erroneamente dei "tocchi fantasma", attivando Google Assistant in ascolto. È del 25 agosto la notizia che Android spia quello che dicono gli utenti grazie alla ricerca vocale di Google: Android ascolta ciò che diciamo quando esclamiamo Ok Google, lo registra, lo invia ai server e lo conserva in una cronologia nella sezione le mie attività dell'account Google. Google non si è tirato indietro di fronte a questo "incidente", confermando come effettivamente si sia trattato di un semplice malfunzionamento, che ha riguardato esclusivamente alcune unità pre-release e che non si proporrà invece in quelle dedicate al pubblico. Il Google Home Mini speaker però si attivava non con i comandi ma con qualsiasi suono o conversazione. Google sta ora lavorando ad una soluzione di lungo termine.

Se state pensando di comprare un Google Home Mini, Google ha assicurato che le unità in pre-ordine non sono affette da questo problema. Un aggiornamento è stato rilasciato e disattiva la funzione di attivazione di Assistant con un long press.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE