Benevento, caso Lucioni: il medico ammette le proprie colpe

Rufina Vignone
Ottobre 11, 2017

Positività al clostebol metabolita e sospensione in via cautelare, un fulmine a ciel sereno per il capitano del Benevento Fabio Lucioni.

Si assume tutta la colpa il medico del Benevento, Walter Giorgione. Tesi poi ripetuta in occasione dell'audizione - giovedì 5 ottobre, con lui l'avvocato Saverio Sticchi Damiani - tenuta a Roma di fronte al procuratore capo di Nado Italia, Alberto Cozzella.

Il medico dei campani ha quindi ammesso di aver applicato uno spray cicatrizzante con all'interno la sostanza incriminata, specificando di possedere personalmente il farmaco che non era quindi nella disponibilità della società Benevento.

Davanti a questa ammissione di responsabilità ora bisogna attendere come si pronuncerà la Procura della Repubblica riguardo la squalifica del giocatore e dello stesso medico. "La società è convinta che, al più presto, verrà fatta chiarezza su tutta la vicenda".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE