Sesto: stop alla moschea più grande d'Italia

Bruno Cirelli
Ottobre 10, 2017

La maggioranza ha votato la cancellazione dell'accordo di concessione del diritto di superficie dell'area di via Luini, dove è in funzione una moschea provvisoria, a causa di inadempienze legate al mancato rispetto del cronoprogramma, non avrebbe versato 320 mila euro previsti dall'accodo e ha tardato a completare le bonifiche previste. E' stato inoltre deciso di procedere all'escussione delle fideiussioni, fatto salvo l'eventuale risarcimento del danno ulteriore.

Grande soddisfazione viene espressa dal sindaco di Sesto San Giovanni, Roberto Di Stefano, che in campagna elettorale aveva promesso che la moschea di via Luini non sarebbe stata realizzata. "Desidero ringraziare la maggioranza che mi sostiene per la condivisione della delibera, pur nella differenza delle sensibilità sul tema". È un momento importante - ha aggiunto il sindaco - che archivia definitivamente il progetto di costruzione della più grande moschea del Nord Italia. I gravi inadempimenti del centro islamico locale non si potevano più nascondere. "Il dialogo con la comunita' islamica resta aperto e intendiamo nelle prossime settimane portare avanti un tavolo interreligioso con tutte le realta' religiose del territorio".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE