Obesity Day, convegno con esperti

Barsaba Taglieri
Ottobre 10, 2017

In occasione dell'Obesity day 2017, che si celebra in tutto il mondo il 10 ottobre, Coldiretti Umbria torna a sottolineare come sia importante l'educazione alimentare a scuola e nelle case. Obiettivo dichiarato dell'Obesity Day quest'anno è recuperare le tradizioni e la cultura culinaria mediterranea delle singoli regioni italiane e promuoverli come modelli di vita alimentare utili a prevenire e migliorare patologie come l'obesità e il sovrappeso. In contemporanea all'Obesity Day, le sezioni regionali dell'ADI promuoveranno incontri di approfondimento sul tema "Obesità, Sovrappeso e Dieta Mediterranea Regionale", aperti a tutti, che si svolgeranno dalle 16.00 alle 19.00, in tutte le città coinvolte. L'importanza del modello mediterraneo nella crescita sana del ragazzo sara' al centro anche dell'evento organizzato al Bambino Gesu' che prevede attivita' per tutti: bambini, ragazzi, genitori e anche i dipendenti dell'ospedale che vogliano partecipare.

Dalle 9.00 alle 13.30 presso la hall dell'Ospedale San Donato di Arezzo saranno presenti degli esperti per dare indicazioni sulla corretta alimentazione e verrà proposta la compilazione di un questionario.

Nel pomeriggio, dalle 14.30 alle 17.30, spazio a "giochi educazionali" per bambini e ragazzi, sempre sotto la supervisione di un nutrizionista. L'obiettivo di insegnare ai piccoli partecipanti come creare un pasto equilibrato attraverso l'associazione dei colori e dei sapori della Dieta mediterranea da parte di nutrizionista. I tanti bambini che hanno difficolta' ad apprezzare piatti con verdura, legumi e frutta tipici di questo modello alimentare avranno la possibilita' di partecipare a dei laboratori del gusto che hanno l'obiettivo di avvicinarli proprio a questo tipo di alimenti attraverso il gioco. L'ultima indagine dell'Osservatorio Okkio alla Salute, il sistema di sorveglianza del Ministero della Salute, effettuata su quasi 50 mila bambini di età compresa fra gli 8 e i 9 anni, ha rilevato che il 21,3% del campione è in sovrappeso, mentre il 9,3% risulta obeso. In merito alla variabilità regionale l'indagine conferma prevalenze più elevate al Sud e al Centro Italia di bimbi con eccesso di peso, anche se il gap tra le regioni è leggermente diminuito nel corso degli anni. "Riappropiarsi di un modello alimentare è un importante passo da compiere per consentire ai più piccoli dia vere un percorso di crescita sano".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE