Banca d'Italia: ad agosto prestiti a famiglie +2,7%, a imprese -0,1%

Paterniano Del Favero
Ottobre 10, 2017

Dalla pubblicazione di Bankitalia "Banche e moneta: serie nazionali" emerge che le sofferenze sono diminuite del 6,5% su base annua (erano diminuite del 5,7% nel mese precedente) ma, quando si corregge il dato per tener conto delle cartolarizzazioni e degli altri crediti ceduti e cancellati dai bilanci bancari, le sofferenze risultano cresciute del 9,4% (+9,7% nel mese precedente).

(Teleborsa) - Continua a scendere lo stock delle sofferenze bancarie, mentre aumentano i prestiti al settore privato. I prestiti alle famiglie *sono cresciuti del 2,7 per cento (come nel mese precedente), mentre quelli *alle società non finanziarie sono diminuiti dello 0,1 per cento (erano cresciuti dello 0,3 per cento in luglio).

I *depositi del settore privato *sono aumentati del 4,8 per cento su base annua (3,5 per cento in luglio); la *raccolta obbligazionaria *è diminuita del 14,7 per cento. I prestiti alle famiglie sono cresciuti del 2,7% (come nel mese precedente), mentre quelli alle società non finanziarie sono diminuiti dello 0,1 per cento (erano cresciuti dello 0,3 per cento in luglio).

Per quanto riguarda i tassi di interesse posti sui prestiti erogati ad agosto alle famiglie che avevano come finalità quello di acquistare una casa nuova, si registra un valore medio del 2,51%, superiore di 0,06 punti rispetto a luglio.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE