Basket: Scandone Avellino che schiaffo da Brescia: sconfitta 96-75

Barsaba Taglieri
Ottobre 9, 2017

Il fosforo di Maarten Leunen, l'energia di Andrea Zerini e i centimetri del totem Kyrylo Fesenko sono stati i punti cardine della costruzione del nuovo roster biancoverde, che in cabina di regia si affida all'italo-uruguaiano Bruno Fitipaldo: chi non ricorda i 33 punti messi a segno al PalaGeorge quando vestiva la maglia dell'Orlandina? A Brescia i padroni di casa della Leonessa battono i lupi di coach Sacripanti 96-75.

Il secondo quarto, con la prestazione di Michele Vitali (13 punti nel periodo e una difesa magistrale) che si carica sulle spalle la squadra e infonde fiducia ai compagni, è il momento della svolta. Leunen segna da tre, ma Landry e poi Vitali danno il pareggio a Brescia. Fitipaldo prima dell'1/2 di Moore.

3° Quarto: Rich mette due canestri di fila. Brescia prova ad allungare con Landry ma Wells risponde. Al rientro in campo la Sidigas non riesce a reagire con uno straordinario Michele Vitali che segna punti su punti; la Germani sigla il parziale di 16-0 di cui 10 punti segnati dal solo Vitali (36-26). Avellino si sblocca dopo solo 4 minuti e 30 secondi con Leunen che appoggia da sotto e con Fitipaldo che segna da tre punti per il 36-31. E' ancora Michele Vitali a segnare dall'angolo ma la Sidigas si aggrappa al duo Fitipaldo-Leunen che crea un altro mini parziale da 0-5 che vale il 39-36.

Primo quarto - E' proprio Fesenko ad aprire le marcature con un canestro da sotto. Il time out chiamato da Sacripanti non cambia il corso del quarto, tant'è che la premiata coppia Vitali&Vitali allunga di cinque punti il parzialone a favore dei lombardi: 33-26.

Le abbondanti rotazioni gestite dai due allenatori (Sacripanti fa toccare il parquet a 10 giocatori, Diana addirittura 11) fanno perdere un po' di ritmi agli attacchi, soprattutto ai padroni di casa, mentre Avellino continua ad essere precisa, raggiungendo il massimo vantaggio sul 18-26 e chiudendo la prima frazione sul 20-26.

La Sidigas Avellino capitola in quel di Montichiari, arrendendosi per 74 a 96 alla Germani Basket Brescia. Il ritmo è subito altissimo: si accendono Wells e Leunen, e la Sidigas prova il primo allungo (8-12). Un libero di Fesenko e una lacrima di Moss chiudono il quarto per 70 a 64. Fesenko e la tripla di Wells mandano i biancoverdi avanti di 5.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE