Yahoo ammette "Tre miliardi di account violati dall'attacco hacker"

Geronimo Vena
Ottobre 5, 2017

Con un comunicato ufficiale Yahoo rivela oggi che l'aggressione informatica che nel 2013 ha preso di mira l'azienda non ha interessato "solo" un miliardo di utenti ma tutti gli utenti che dispongono o disponevano di un account. Un portavoce di Oath, il nuovo nome della divisione di Yahoo controllata da Verizon, ha detto che il colosso delle comunicazioni si è accorto dei nuovi dati la settimana scorsa. Una scoperta che non piacerà nemmeno a Verizon che a suo tempo aveva quasi fatto saltare la fusione proprio a seguito della scoperta di questi fatti. Gli attacchi furono rivelati per la prima volta nel settembre di un anno fa e poi a dicembre. Nel 2014, invece, un secondo attacco aveva colpito "solamente" 500 milioni di account. Le informazioni sono state fornite da aziende di analisi esterne alla società.

Se da una parte è probabile che la notizia non contribuirà a minare ulteriormente la reputazione di Yahoo! già abbondamente compromessa per quanto riguarda riguarda gli aspetti legati alla sicurezza, dall'altra è possibile che la realtà più danneggiata dai nuovi dettagli sull'attacco sia destinata ad essere la Verizon. I dati che erano stati prelevati erano email, indirizzi, numeri di telefono, date di nascita, password (criptate) e domande e risposte di sicurezza. Non ci sarebbero, però, dati particolarmente importanti come i numeri di eventuali carte di credito registrate negli account degli utenti.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE