Gelaterie usavano ingredienti scaduti da 10 anni: scattano le denunce

Bruno Cirelli
Ottobre 5, 2017

Anche gelaterie di Polignano sono finite nella rete dei carabinieri-forestali che hanno condotto una campagna anti sofisticazione a tutela del gelato artigianale pugliese. Alcune gelaterie utilizzavano ingredienti scaduti da 10 anni, altre avevano laboratori privi di autorizzazioni sanitarie.

Per la preparazione dei gelati e delle granite, veniva dichiarato nei cartelli pubblicitari e in etichetta l'uso di latte fresco alta qualità, latte biologico, frutta fresca di stagione, frutta biologica, prodotti Dop e Igp, prodotti di origine Puglia e di origine Italia ma, invece, venivano utilizzati comuni materie prime, frutta surgelata e prodotti di origine extra UE. Nel Barese, in particolare, sono circa una ventina gli esercizi commerciali controllati con una decina di denunce, alcune delle quali nel capoluogo cittadino. I Carabinieri forestali non hanno fornito i nomi degli esercizi coinvolti. Diverse le infrazioni inerenti le regole igienico-sanitarie dei locali all'interno delle ditte oggetto di controllo. Interessata anche una gelateria di Roma con un punto vendita in Puglia. Le sanzioni ammontano complessivamente a circa 30mila euro. "L'impegno profuso dalle donne e dagli uomini della neonata arma forestale non si esaurisce e continuerà sempre per la salvaguardia delle eccellenze italiane".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE