Phil Spencer: i giochi sono arte e vanno preservati con la retrocompatibilità

Geronimo Vena
Ottobre 4, 2017

Una delle funzionalità più interessanti che Xbox One offre rispetto alla concorrenza è, di certo, la retrocompatibilità con gran parte dei principali gioci di Xbox 360, che attualmente hanno superato quota 400.

Considero i videogiochi come una forma d'arte e quindi vanno preservati. Quelli per console rischiano di disperdersi alla fine di una generazione. Diventa molto più difficile recuperare i giochi del passato.

In un'intervista con Wired, il boss della divisione Xbox di Microsoft, ha spiegato che uno dei motivi per cui la retrocompatibilità della console è importante per l'azienda è quello che di riuscire a preservare i giochi del passato per le nuove generazioni di giocatori. "La retrocompatibilità può essere un business per i creatori dei videogiochi, ma come giocatore, è bello poter capire come la nostra forma di arte si sia sviluppata nel corso del tempo".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE