Evasione fiscale record: oltre 111 miliardi sottratti al fisco ogni anno

Paterniano Del Favero
Ottobre 4, 2017

Con il denaro che ogni anno sfugge al fisco, l'Italia coprirebbe le spese sanitaria della popolazione per 12 mesi. Secondo i calcoli della commissione governativa sull'economia sommersa, in Italia si riscuote appena l'1,13% del carico fiscale affidato all'esattore, contro una media Ocse del 17,1%. Sempre sui 100 miliardi rimaniamo. Il presidente dell'Istat, Giorgio Alleva, ha detto chiaramente che la lotta all'evasione diventa per l'Italia "strategica". Dunque, nella migliore delle ipotesi si tornerebbe ai livelli del 2012.

Siamo un Paese che sostanzialmente ha messo nel cassetto da tempo la lealtà fiscale. Nasconde più che dare.

"La propensione a evadere l'Irpef da parte del lavoro autonomo ha raggiunto nel 2014 un impressionante 59,4 per cento". Allo Stato arrivano 4 euro sui 10 che dovrebbe riscuotere. Il 3,5 per cento non viene versato, ma il 55,9 per cento neppure dichiarato. Ogni anno circa trenta miliardi e 536 milioni di euro evaporano completamente. Nel 2010 la calcolatrice si era fermata a 20 miliardi e 149 milioni. Proprio qualche giorno fa, da Bruxelles è giunta la notizia che l'Italia è il Paese europeo che detiene il record dell'evasione fiscale di questa imposta.

Difficile giustificare simili quadri, ma non si può negare che il peso fiscale sulle aziende non sia gravoso: secondo Confartigianato un'impresa media deve subire un carico pari al 64,8%, mentre la media europea è del 40,6%. Ovvero un quarto dell'intera evasione Iva dell'Europa, mentre la Francia, per fare un altro esempio, arriva solo al 15,3%.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE