Di Francesco: "Montella? E' un fratello"

Rufina Vignone
Ottobre 1, 2017

Mi sembra tutto esagerato, il suo ruolo e il suo livello fanno sì che sia così.

Vincenzo Montella ha parlato nella consueta conferenza stampa di vigilia. Magari se Gigio avesse parato il rigore non avremmo avuto questo step. Anche voi dovreste farvi delle domande, Ancelotti è già stato accostato a cinque o sei panchine e a settembre nel far certe scelte si è un po' frettolosi. I giallorossi hanno un tridente fenomenale e hanno perso una sola partita finora.

Tutti vicini, tutti più squadra grazie al centravanti alto ma dalle movenze coordinate. Questo è l'assetto che offre più garanzie a me e ai giocatori. "La linea ormai è questa, è delineata". Montella per me è un fratello.

Bonucci ha troppe responsabilità invece che pensare solo al campo e a se stesso? Ha predicato il solito equilibrio che è sempre stato presente fin dai suoi primi discorsi da allenatore a Milanello.

Con il tecnico del Milan Montella c'è una grande amicizia. Sto veramente come un pascià. "Sono notizie completamente inventate, non so da dove arrivino queste voci".

Roma che, come risaputo, scenderà in campo all'Olimpico senza un paio di pedine fondamentali, uno tra i quali Perotti. "Vincendo domani a San Siro la squadra di Di Francesco darebbe un segnale al campionato, ma soprattutto a se stessa". Adesso è corso ai ripari cambiando preparatore atletico, anche alla Fiorentina la squadra aveva dei cali fisici preoccupanti.

PREPARAZIONE - "Giochiamo tutti e tre giorni, ci alleniamo giocando non c'è bisogno del preparatore". "La partita dirà tanto".

PRESSIONE - "Le aspettative sono più alte rispetto a quello dell'anno scorso. Mantengo comunque il mio equilibrio".

Sulle prestazioni di Bonucci: "Non sarà mai un problema". È l'unico della nostra rosa ad aver vinto. Non sono pentito di averlo preso, assolutamente. Francesco è un numero uno in ogni sport, anche a carte. "Anche le accuse contro di lui mi sembrano esagerate, non è sempre colpa sua come si dice". "Il Milan ha cambiato tanto ma ha messo dentro giocatori di spessore". In ogni piazza ci sono le sue pressioni e i suoi umori.

Franco Melli (Radio Radio 104.5): "Su Milan-Roma ci sono diversi ragionamenti da fare". Ma quando saprà farlo più vicino alla porta, segnando poi, saremo tutti più contenti. Su Carlo ci sono tanti club ambiziosi e non credo che resterà fermo per molto tempo. Non penso che sia una partita che determini tutto ma resta una partita importante per rimanere agganciati ai primi posti.

Tra infortunati e giocatori che hanno trovato meno spazio: "Borini?".

MONTOLIVO E CALABRIA - "Ieri hanno svolto il primo allenamento con la squadra. Era solo una botta, avremo risposte complete".

La Roma di Eusebio Di Francesco sembrava essersi ripresa dopo una partenza a rilento in campionato e l'inizio partita contro il Quarabag aveva mostrato una squadra unita e carismatica. Però se il Bayern Monaco ha scelto così.

Cosa significa affrontare la Roma?

Uomini o modulo?: "Un giusto mix". Secondo me bisogna andare più a fondo e sviscerare alcune situazioni.

Tranquillità e fare risultato, ecco la mentalità: "Deve essere questo il nostro spirito. Ed è quello che vogliamo".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE