Palermo, 0-0 e sbadigli ad Ascoli

Bruno Cirelli
Settembre 30, 2017

Senza di loro siamo stati costretti a fare una partita intelligente e a dar continuità ai risultati. Partita oggettivamente brutta, priva di spunti degni di nota e chiarificatrice per tutti quelli che avessero ancora dubbi: senza Coronado non si canta messa, si brancola nel buio e si naviga a livelli di sufficienza stentata. Nel valutare la gara in chiave offensiva è solo parziale la scusante dell'assenza di Nestorovski: il migliore attaccante risulta essere l'esterno Rispoli, la cosa si commenta da sola.

Ascoli e Palermo si accontentano del pari. La qualità non si compra dal tabaccaio, ci sono dei giocatori che hanno qualcosa in più ma devono comunque conquistarsi tutto allenandosi duramente. L'ultimo successo del Palermo allo stadio Cino e Lillo Del Luca risale a ben 13 anni fa, quando il Palermo capitanato da Toni, Corini e Grosso e Allenato da Guidolin riuscì a battere il club marchigiano 2-1 grazie alle reti di Toni e Mutarelli.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE