Orrore in Russia: almeno 30 cadaveri nel freezer dei due cannibali

Bruno Cirelli
Settembre 25, 2017

La polizia russa ha arrestato una coppia di sospetti cannibali.

Secondo quanto riportato dai media russi, nella regione di Krasnodar, in Russia, sarebbero stati arrestati un uomo e una donna sospettati di cannibalismo.

Nel frattempo, come diffuso dal tabloid britannico "Daily Mirror", le perquisizioni delle forze dell'ordine avrebbero scoperto, nella casa della coppia, resti umani nel freezer del frigorifero, conservati presumibilmente per un "consumo successivo", e questo avrebbe portato ad ulteriori accertamenti nell'appartamento, nell'eventualità e nel timore che possano essere rinvenuti altri resti.

Le indagini sono iniziate a seguito del ritrovamento di un cellulare che conteneva diverse foto dell'arrestato, accanto ad alcune parti del corpo di una donna fatta a pezzi. L'indagato, dopo essere stato fermato dalla polizia, ha inizialmente negato di aver ucciso la donna, dicendo semplicemente che aveva trovato i resti, si era scattato un selfie, ma poi aveva perso il cellulare. La donna fermata è sua moglie. Oltre a mangiare carne umana, i presunti cannibali avrebbero preparato delle conserve con i resti delle vittime.

Nel corso dei primi interrogatori, l'uomo - secondo il periodico online "Ria Novosti" - avrebbe coinvolto anche la moglie, la 42enne Natalia Shaporenko, infermiera presso un istituto militare, e avrebbe ammesso 2 omicidi: gli inquirenti, però, avrebbero già identificato 7 vittime, e sospettano che la coppia, attiva con una lunga sequenza omicida sin dal 1999, abbia potuto assassinare e divorare circa 30 vittime. Gli inquirenti, intanto, "stanno vagliando tutte le ipotesi".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE