Moto GP, Aragon: le dichiarazioni di Marquez, Pedrosa e Lorenzo

Rufina Vignone
Settembre 25, 2017

Dopo Misano la gara di Aragon, quintultima in calendario, era attesa come spartiacque della stagione, visto che due piloti si presentavano appaiati in testa alla classifica. Al settimo posto troviamo invece il grande deluso di questa domenica, cioè Andrea Dovizioso. In alcuni punti perdevo davvero troppo e non siamo riusciti a capire il perché. Il Dottore porta a casa un quinto posto forse insperato alla vigilia e, malgrado l'infortunio, si toglie la soddisfazione di arrivare a un soffio dal team-mate e di resistere nel finale all'arrembaggio degli inseguitori. E' già bellissimo così, figuriamoci in gara, dato che la gamba non fa tanto male.

Da rimarcare la prova stoica di Valentino Rossi, che ha corso in questo weekend con tibia e perone fratturati ed ha terminato la gara al quinto posto dopo essere incredibilmente riuscito a conquistare la prima fila sulla griglia di partenza. Dico piccolo perché sappiamo che rimangono ancora quattro gare, in cui può succedere di tutto e 16 punti non sono tanti. "Anche nell'ultima parte di gara non mi sentivo benissimo ma sono contentissimo della vittoria". Con questo ennesimo successo, ora il romano del team Estrella Galicia Marc VDS ha ben 21 punti di vantaggio sul diretto rivale in Campionato, un Thomas Luthi oggi solamente quarto e preceduto anche dalla KTM di Miguel Oliveira. Ottima la prestazione di Rossi che chiude in quinta posizione. "Sono contento delle qualifiche, dei giri e del podio". "Ringrazio i medici e tutte le persone che stanno lavorando con me". Completano la top 10 un Johann Zarco un po' in ombra rispetto al solito, davanti ad un Pol Espargaro bravo a portare la sua KTM in decima posizione, davanti alla RC16 gemella affidata al collaudatore e wild card Mika Kallio. Ritirati Karel Abraham e Cal Crutchlow. A terra senza conseguenze anche Karel Abraham.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE