Voli cancellati da Ryanair: ecco come ottenere i rimborsi

Paterniano Del Favero
Settembre 24, 2017

L'Ue: "Monitoriamo, ma sono responsabili le autorità nazionali" Intanto, la Commissione Europea continua a monitorare la vicenda dei voli cancellati da Ryanair e in particolare il "nodo" dei risarcimenti, anche se in materia la responsabilità è delle autorità nazionali dei consumatori. Oltre 2000 voli tolti dal tabellone in Europa e in Italia fino al 28 ottobre.

Nei giorni scorsi la compagnia aerea ha annunciato la cancellazione del 2% dei propri voli per l'indisponibilità di equipaggi.

Proprio a tutela dei diritti degli utenti, l'associazione ha pubblicato sul proprio sito www.codacons.it il modulo attraverso il quale i cittadini coinvolti nelle cancellazioni possono chiedere il risarcimento dei danni subiti, e costituirsi parte offesa nell'inchiesta aperta dalla procura di Bergamo che, su esposto Codacons, ha avviato una indagine. "Proprio su tale aspetto il Codacons chiede alle Procure di fare luce, perché se saranno negati gli indennizzi accessori al rimborso del biglietto, previsti dalle norme vigenti, potrebbero determinarsi reati come quello di truffa", conclude la nota. "E' evidente - sostiene il Codacons - che il solo rimborso del biglietto non è un indennizzo sufficiente: la normativa prevede espressamente una compensazione pecuniaria nei casi in cui la cancellazione non sia comunicata almeno due settimane prima della partenza". Sistemazione in albergo e pasti devono infatti essere rimborsati.

In alcuni casi il passeggero ha diritto anche alla compensazione pecuniaria calcolata in base alla tratta e alla distanza percorsa: voli intracomunitari inferiori o pari a 1.500 km, 250 euro; voli intracomunitari superiori a 1.500 km, 400 euro; voli internazionali inferiori o pari a 1.500 km, 250 euro; voli internazionali tra 1.500 e 3.500 km, 400 euro; voli internazionali superiori a 3.500 km, 600 euro.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE