Milan, Suso: "Voi italiani siete troppo fissati con il fantacalcio"

Barsaba Taglieri
Settembre 23, 2017

Montella è un allenatore molto bravo, io sto benissimo al Milan. È uno spettacolo per gli occhi, io non ho mai dubbi su cosa guardare in TV: "la squadra di Sarri!"

Berlusconi voleva che tu giocassi, sopratutto dopo l'amichevole contro la Reggiana: "Ah sì, ero al Milan da due mesi e Inzaghi mi schierò titolare". Dove possiamo arrivare con questo Milan? Da noi siamo più elastici, invece qui o fai l'esterno o fai la seconda punta.

Massima disponibilità dunque per Vincenzo Montella e per il nuovo schema del Milan, il 3-5-2 che non rappresenta un problema: "Mi sento più libero giocando da esterno destro, ma sono a disposizione del mister e credo di poter fare bene anche come seconda punta".

C'è aria di rinnovo fra Milan e Suso e lui scherza sul suo futuro ed il rapporto con la società: "Ogni volta che mi arrivava una proposta, andavo dalla società e dicevo: "Mi vuole il Napoli". Un'esperienza unica: "Quando entrando nello spogliatoio e vedi tanti campioni, capisci che è già tanto stare con loro. Ero felice, era quello che volevo anch'io".

Il tuo ricordo di calciatore non ancora famoso. Un passo indietro nella carriera di Suso: "A Liverpool a un certo punto capii che non era l'ambiente giusto per me". La fissazione per il fantacalcio. Chi mi ferma mi chiede di segnare, non gli interessa che la sua squadra vinca o perda. Se mi fermate è per dirmi: "Ehi, ti ho comprato al fantacalcio, devi segnarmi!". "E non lo fate nemmeno per soldi... siete strani, voi italiani!".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE