L'Unione Sarda: le notizie in edicola venerdì 22 settembre

Barsaba Taglieri
Settembre 22, 2017

Un intero lotto di uova contaminate dal pericoloso insetticida è finito in questi giorni sul mercato dell'Isola. "A" e appartengono, nello specifico, al marchio "Uova Rosse" prodotte dall'Azienda Agricola nel territorio di Serrastretta di Tomaino Rosina. Descrizione peso / volume unità di vendita: confezione da 30 uova.

Il provvedimento è stato disposto dai Servizi veterinari delle AASSPP Calabria perché in alcuni campioni di uova proveniente da questo lotto è stato riscontrato un livello di fipronil superiore al limite di tossicità acuta di 0.72 mg/kg. Da qui all'appello alla popolazione a non consumare le uova in questione, ma consegnarle alle Aziende sanitarie provinciali di competenza, considerato il rischio grave per la salute dei consumatori per pericolo di tossicità acuta. Il prospetto identificativo delle uova e dell'allevamento produttivo è stato rilevato sul modello del sistema dell'allerta nazionale fornito dal Ministero della Salute. Ad oggi non ci sono stati né morti né persone ricoverate in ospedale per il consumo di uova al Fipronil. Sono 15 i Paesi europei che hanno ricevuto partite di uova contaminate con il Fipronil provenienti dal Belgio e dall'Olanda, un insetticida che l'Oms ha classificato come "moderatamente tossico" per l'uomo e il cui utilizzo è vietato in tutta l'Unione Europea sugli animali destinati all'alimentazione. Se si mangia un uovo contaminato non succede nulla. Uova che, secondo quanto si è appreso, sarebbero state distribuite su tutto il territorio calabrese.

Può provocare diversi sintomi, come dolori addominali, nausea e vomito.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE