Draghi: scarsa formazione giovani Italia, Spagna, Grecia

Paterniano Del Favero
Settembre 22, 2017

E' quanto ha avvertito Mario Draghi, numero uno della Bce, in un discorso proferito a Francoforte.

"Il prodotto interno lordo dell'Eurozona è in crescita da 17 trimestri consecutivi, creando nel complesso oltre 6 milioni di posti di lavoro".

Roma, 22 set (Prima Pagina News) "La segmentazione del mercato del lavoro e una scarsa formazione professionale sono tra i principali motivi dell'elevato tasso di disoccupazione giovanile persistente in diversi Paesi colpiti gravemente dalla recessione come Italia, Grecia, Spagna e Portogallo". "Vogliono lavorare e allargare le proprie opportunità ed oggi, dopo la crisi, i governi sanno come rispondere alle loro richieste e come creare un ambiente in cui le loro speranze possano avere una opportunità". I giovani vogliono il lavoro e non i sussidi'Mario Draghi, presidente della Banca centrale europea, ha da poco parlato al Trinity College di Dublino riguardo il lavoro e la disoccupazione giovanile. Il contesto, illustrato dallo stesso Draghi, è drammatico: la disoccupazione giovanile, nonostante sia scesa negli ultimi anni, "è ancora quattro punti percentuali più alta rispetto al 2007".

Una studentessa ha chiesto al presidente della Bce consigli per affrontare adeguatamente il mondo del lavoro. "Alcuni ritengono che una distribuzione piu' equa di reddito e ricchezza possa essere la risposta e che porterebbe quelle persone che hanno perso qualcosa a causa delle globalizzazione nuovamente con noi".

"In tale ambiente, l'uso della politica monetaria non è lo strumento adatto (.) e può portare a sostanziali deviazioni dell'output aggregato e dell'inflazione dai livelli desiderabili" ha aggiunto.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE