Napoli, Sarri: "Mertens con Milik? Prima o poi assieme"

Rufina Vignone
Settembre 17, 2017

Sappiamo che non sarà semplice ma bisognerà cercare di mantenere il livello di gioco espresso oggi. Mertens tra i più grandi bomber d'Europa? Far riposare Hamsik non è delitto di lesa maestà, né si può sostenere all'infinito che senza di lui il Napoli non gira. Su Mertens in panchina contro lo Shakhtar: "Doveva riposare, se la partita contro lo Shakhtar fosse rimasta in equilibrio l'ingresso di Dries sarebbe stata un'arma importantissima. A me il fatto che certe squadre ci vengono a prendere alti mi fa solo piacere, perché se siamo bravi a far girare palla e ripartire forte possiamo essere devastanti". Questa volta magari non è stata una mossa giusta perché il risultato è stato a sfavore.

Raffaele Sergio, allenatore, ha parlato a Radio Marte della condizione del Benevento e della posizione di Hamsik.

In campionato siamo cresciuti a livello di personalità negli ultimi 5-6 mesi. Turnover europeo? Diawara lo scorso anno ha giocato più di Jorginho in Champions, Zielinski sta giocando più di Allan almeno fino ad oggi, la scelta su Mertens era legata alle peculiarità di Dries che necessitano di grande freschezza. Vendere Mertens se fosse rimasto Higuain?

Milik e Mertens assieme: "Succederà anche dal primo minuto, quando Insigne o Callejon avranno bisogno di tirare il fiato". "Forse quello inglese è più livellato del nostro". L'unica cosa che mi lascia un po' scettico è la mancanza di spazio per giocatori come Maksimovic, Sarri deve essere più coraggioso, anche per avere una condivisione migliore nel gruppo, De Laurentiis gli ha costruito una rosa importante che comprende tanti giocatori pronti.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE