Montella: "È ancora presto per giudicare questo Milan"

Rufina Vignone
Settembre 17, 2017

Domani sarà un test per tutti, la squadra è cambiata molto ne siamo contenti e consapevoli, ma c'è bisogno che i ragazzi si allenino e si conoscano maggiormente visto che finora non è successo anche a causa degli impegni in Nazionale. Dopo gara la stampa ha puntato il dito contro il leader della formazione rossonera: Leonardo Bonucci. Il cambio di modulo?

Nel frattempo il posto dell'ex giocatore dell'Atalanta potrebbe essere preso "da Abate o Calabria, oppure da qualcuno che possa giocare in quella posizione del campo adattandosi". La difesa a tre?

Rosa. "So di avere giocatori che mi danno più possibilità tattiche". Bonaventura? Jack ci dà imprevedibilità, ma sta crescendo di condizione. Kessie un po' in calo? Abbiamo fatto sette partite ufficiali: 6 vittorie e una sconfitta. Suso è la pedina ideale per switchare immediatamente dal 3-5-2 al 4-3-3: altro che sacrificio dunque, lavori in corso per il Milan di Montella. Ha il guizzo e salta l'uomo. Alt. La mezzora concessagli da Montella nel ribattezzato Ernst Happel di Vienna è in tal senso il segnale più confortante: Suso ha dimostrato di potersi adattare al ruolo di seconda punta.

E' tempo di Europa League, "la Lazio va accantonata". Il primo obiettivo è passare questi gironi, poi penseremo ai passaggi successivi, l'Austrai Vienna è una squadra in continuo movimento, organizzata e propositiva. "Credo che sia una partita molto difficile da giocare a livello difensivo, dovremo essere molto bravi in questo". Queste partite sono diverse da quelle del campionato italiano. Quasi un centrocampista aggiunto, in grado di far partire l'azione dalle retrovie e aggirare così i problemi di gioco quando le fonti provenienti dal centrocampo vengono arginate dal pressing avversario. Non è una partita scontata, va giocata e va vinta. "Ho preferito studiare i video e poi lavorare più tranquillamente a casa con la squadra".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE