Alisson: "Grazie per i complimenti, ma non dedico la prestazione a Spalletti…"

Rufina Vignone
Settembre 17, 2017

Ho aspettato tanto per giocare ma questo è il calcio. Il mister deve decidere chi gioca e Szczesny aveva fatto bene.

Ringrazio tutti, prima di tutto i miei compagni che mi hanno aiutato stasera a tenere la porta chiusa. Il brasiliano si è finalmente preso la scena sia in Italia che in tutta Europa, a tal punto da ricevere elogi da gran parte della critica internazionale. Come ne esce la Roma oggi?

Nel secondo tempo noi abbiamo lavorato bene difensivamente, loro hanno avuto occasioni però quasi mai pulite, c'era sempre uno di noi a sporcare la palla. Usciamo a testa alta, abbiamo fatto una buona partita. Dobbiamo crescere di più.

Sì ma non possiamo lasciare altri punti dietro, specialmente in casa. Nel primo tempo abbiamo fatto un bel pressing ma nel secondo tempo hanno cambiato modo di giocare e non siamo più riusciti ad andargli alle spalle. Ora pensiamo alla prossima contro il Qarabag: non sappiamo molto cosa troveremo.

Qual è stata la parata più difficile? . "La più complicata forse è stata proprio l'ultima, quella sul colpo di testa di Saul nei minuti finali della gara".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE