Vettel in pole a Singapore

Rufina Vignone
Settembre 16, 2017

Oggi conosceremo la griglia di partenza del Gran Premio di Singapore 2017 di Formula 1 sul circuito cittadino di Marina Bay, che sarà decisa naturalmente dalle qualifiche che si disputeranno sul tracciato che sorge all'interno della megalopoli del Sud-Est asiatico, ricca e affascinante città Stato.

Un risultato che, alla vigilia, sembrava scontato, ma così non è stato: a dimostrarlo ci sono le due monoposto di Max Verstappen e Daniel Ricciardo, vicinissime al ferrarista e capaci di tenere in costante apprensione il Cavallino. Sebastian Vettel conquista la pole del Gp che ha già vinto quattro volte (3 con la Red Bull e una con il Cavallino). "Monza era ormai il passato, il weekend era partito in maniera difficile però la cosa importante è che abbiamo cambiato la macchina e l'abbiamo fatto nella giusta direzione". C'è da dire che nel suo primo giro abortito Vettel aveva ottenuto il miglior parziale assoluto nel primo tratto di pista, ripetendosi anche nel secondo.

Vettel: "non sono contento, manca bilanciamento" - "E' stata una giornata un po' altalenante".

"Poi in Q3 ho spinto al massimo, ben sapendo che avrei dovuto dare tutto me stesso nel mio ultimo tentativo - ha proseguito Seb - Ho avuto paura quando ho toccato il muretto con le gomme di sinistra, perchè poi ho sentito una forte vibrazione nell'ultima curva prima del traguardo". C'è bisogno di spirito di squadra.

Appuntamento a domani, ore 14, per il via di questo emozionante Gran Premio di Singapore 2017.

Si è corso in notturna per il secondo turno di prove libere sul circuito di Singapore. In difficoltà le Mercedes con Lewis Hamilton (1'40 " 126) e Valtteri Bottas (1'40 " 810) che come due anni fa partiranno dalla terza fila rispettivamente con il quinto e il sesto tempo.

Domani sera (alle 14.00 italiane) partirà alle spalle del grande avversario nella lotta al titolo, delle due Red Bull e di Raikkonen. In crisi profonda le Williams, che scatteranno dalla penultima fila (Massa davanti a Stroll) davanti alle due Sauber di Wehrlein e di Ericsson, che chiuderanno lo schieramento. "Sono onorato e orgoglioso di restare a far parte del team, insieme continueremo a crescere giorno dopo giorno e con il duro lavoro credo che il nostro limite nel 2018 sarà solo il cielo", ha dichiarato il finlandese.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE