Russiagate, Trump pronto a "perdonare" il fondatore di Wikileaks

Bruno Cirelli
Settembre 16, 2017

Secondo il Journal, Trump non sarebbe stato informato nei dettagli del piano del deputato Gop.

Fonti della Casa Bianca hanno confermato che Rohrabacher ha presentato la sua proposta a Kelly che avrebbe però rifiutato di negoziarla affermando che "era meglio discuterne con l'intelligence community".

A Julian Assange andrebbe l'immunità, a Donald Trump le prove che potrebbero dimostrare che non è stata la Russia ad influenzare le elezioni 2016 usando Wikileaks. Sempre stando al Wall Street Journal, Facebook avrebbe consegnato al procuratore speciale Robert Muller le prove di un acquisto fatto da ambienti vicino al Cremlino di spazi pubblicitari che dovevano servire a condividere 'Fake news'.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE