Palermo, suicida agente di polizia penitenziaria carcere Pagliarelli

Bruno Cirelli
Settembre 16, 2017

Un assistente capo del Corpo di polizia penitenziaria, originario di Termini Imerese e in servizio nel nucleo traduzioni e piantonamenti del carcere Pagliarelli, si è tolto la vita sparandosi con la pistola d'ordinanza. A darne notizia è il Sappe, sindacato autonomo polizia penitenziaria. Per fortuna non ci sono stati gravi conseguenze e i due uomini sono stati medicati nell'infermeria della casa circondariale dorica, dove i medici hanno riscontrato non poche contusioni ed escoriazioni. Sembra davvero non avere fine il mal di vivere che caratterizza gli appartenenti al Corpo di polizia penitenziaria. Lo scorso mese di aprile, a Marsala, un altro poliziotto penitenziario si tolse la vita ma quella tragedia non ha insegnato nulla. "E certo è che in Sicilia poco e nulla è stato fatto per prevenire il disagio lavorativo dei poliziotti penitenziari". "L'Amministrazione Penitenziaria non puo' continuare a tergiversare su questa drammatica realta' - conclude Capece -".

Sulla vicenda interviene, si apprende da una nota, anche la Segreteria Regionale in Sicilia dell'Ugl Polizia Penitenziaria, proclamando una manifestazione con sit-in e sciopero della fame dinanzi all'istituto Ucciardone dal 18 settembre al 24 settembre, allo scopo di segnalare all'opinione pubblica le pessime condizioni lavorative, quindi le condizioni precarie e la mancanza di sicurezza in cui versa il personale di Polizia Penitenziaria operante nell'isola.

Questo articolo ha ricevuto commenti!

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE