Padoan d'accordo con Juncker: bene la proposta di un ministro dell'economia europeo

Paterniano Del Favero
Settembre 16, 2017

Lo ha detto Pier Carlo Padoan, ministro dell'Economia, in occasione della presentazione del rapporto del Centro studi di Confindustria.

Quanto affermato da Juncker "è molto importante, di ampio respiro" e "sicuramente coglie nei fatti molte delle idee che l'Italia aveva già avanzato". "Se si interrompe lo sforzo di riforme non si sta fermi, si va indietro" e' il monito di Padoan al governo che verra', mettendo in guardia contro i rischi "se si dovesse passare a una legislatura in cui si interrompe lo sforzo per le riforme". "In gioco c'è l'efficienza economica, così come l'equità e la sovranità fiscale".

DISACCORDO SUI TEMPI. Sulla web tax, ha detto Padoan, "c'è una generale condivisione della necessità di introdurre una tassazione delle attività dell'economia digitale, ma c'è una differenza di valutazione sull'opportunità di avere una misura transitoria ma immediata, o di aspettare invece che si lavori a un accordo globale a livello Ocse". La proposta dei quattro "indica nei ricavi una possibile base identificabile con minore difficoltà rispetto ad altre". Padoan ha spiegato che è stato dato "mandato alla commissione di lavorare su queste ipotesi e fare una proposta entro fine anno".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE