Sarri spegne il caso Hamsik: "Lo sostituisco per farlo riposare"

Rufina Vignone
Settembre 15, 2017

I padroni di casa, che hanno vinto sei gare consecutive e sono primi nel campionato ucraino a 3,45. E cosa pensa del girone? Le buone nuove rimandano alla prova di carattere, alla capacità di vincere le partite "sporche" (limite atavico) e di leggere i momenti del match, cambiando atteggiamento quando occorre, senza essere sempre uguali a sé stessi. Abbiamo preso il Feyenoord che è la più forte della quarta fascia, poi c'è il City che non ha bisogno di presentazioni. Il nostro obiettivo è avere la partita in mano dal primo all'ultimo minuto. Ha giocatori offensivi molto tecnici, attaccano con molti giocatori, i due terzini sono costantemente in attacco. La squadra ci costringera' a difendere bassi, ci mettera' in difficolta' e puo' venire fuori una gara che ci consentira' delle opportunita'. Sicuramente Baldini prima di prendere Di francesco ha sondato Sarri per la Roma, così come lo Zenit lo ha corteggiato prima di virare su Mancini. "Non so neanche cosa esattamente abbia detto". Giocare in Champions è una soddisfazione enorme, poi abbiamo tante partite affascinante. Questi i convocati: Reina, Rafael, Sepe, Albiol, Chiriches, Ghoulam, Hysaj, Koulibaly, Maksimovic, Maggio, Mario Rui, Jorginho, Allan, Diawara, Hamsik, Rog, Zielinski, Callejon, Giaccherini, Ounas, Insigne, Mertens, Milik. "Quando un fuoriclasse è in un momento poco brillante, lo faccio giocare e lo supporto ancora di più". E' falso che il silenzio sia dipeso da me.

VISTA CHAMPIONS. Passi in avanti registrati con estremo piacere da Sarri ma passati sottotraccia, almeno verbalmente, per la decisione della società di prolungare il silenzio stampa. "Posso confermarvi che il girone è molto duro".

Uno sguardo anche ai rivali di domani sera, che Sarri teme e non poco: "Lo Shakhtar è una squadra forte, poco conosciuta in Italia, ma abituata a fare la partita". "Non credo di aver perso qualcosa". Fonseca conta su un 4-2-3-1 in cui c'è qualche sudamericano interessante come il bomber Ferreyra; l'uomo di maggiore personalità è l'esterno croato Srna. Non avendo la possibilità di allenarmi, ho dedicato tempo ad altro lavoro, anche mentale. "La squadra deve concentrarsi più sulle prestazioni che sul risultato, sono convinto che con una grande prestazione il risultato arriva quasi sempre ma senza prestazione non sempre arriva il risultato".

Stai tornando al 100% della condizione? Ma da parte dell'allenatore (e della società, che ha investito 32 milioni un anno fa su Arek) c'è la necessità di recuperare questa risorsa nel rispetto del campione belga che ha la priorità nel sistema di Sarri.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE