Kean: "Raiola mi ha detto: va a Verona e spacca tutto"

Barsaba Taglieri
Settembre 15, 2017

Queste le sue dichiarazioni.

"Sono cresciuto con la mentalità del vincente e questo me l'ha trasmesso la Juventus". Il ko contro la Fiorentina?

Il nuovo attaccante di origini ivoriane ha continuato: "Dicono che sono un predestinato?". Però bisogna ricordarsi che sono ancora minorenne, ho tanta strada davanti a me. Mi alleno ogni giorno per guadagnarmi un posto dal primo minuto, i risultati arriveranno. Gruppo? Ho avuto sensazioni positive, è un bel gruppo. "Voglio trasmettere questa mia voglia a tutto il resto della squadra - ha spiegato l'attaccante in conferenza stampa - Per conquistare la vittoria bisogna avere la giusta predisposizione. Balotelli mi piace come gioca, ha potenzialità enormi, ma fuori dal campo è da rivedere".

Kean ha poi concluso: "Punto a fare più gol che posso, non mi pongo una cifra: 10-15 gol non cambia molto". È legittimo criticare ma non trovo giusto il disappunto così evidente (i cori ironici, ndr) dei tifosi nei suoi confronti. Non cambia molto, decide il mister dove mettermi. "La squadra è giovane ed ambiziosa, sono sicuro che possiamo fare bene nonostante l'età".

Dopo aver elogiato la tifoseria del Verona, che lo ha accolto con grande affetto: "Una tifoseria come quella del Verona è da brivido. Devo dimostrare tanto". Poi un elogio ai suoi compagni di reparto: "Pazzini è un attaccante straordinario, Lee è un bravo ragazzo e ci aiuterà tantissimo".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE