Shakhtar-Napoli, Sarri: "Raiola mi trovi un club. Se parla Agnelli..." 624 12-09

Rufina Vignone
Settembre 14, 2017

Sono pronto per giocare, ma molto dipenderà da Sarri. L'allenatore del Napoli oltre a pensare al suo lavoro da svolgere sul campo per la squadra ha dovuto "assorbire" diversi discorsi che sono stati fatti sul suo conto, soprattutto in merito al suo futuro.

" Hamsik per me è un giocatore non sostituibile, ha una capacità di giocare tra le linee che non ha nessuno dei nostri centrocampisti".

Quando un fuoriclasse come lui ha un momento poco brillante lo faccio giocare di più e lo supporto di più, perché da lui vorrò il 101% delle sue possibilità. Questa è l'ultima cosa che sto pensando, il prossimo anno è l'ultima preoccupazione. Penso che in queste partite abbiamo trovato più solidità difensiva nei momenti di difficoltà. Ma il nostro obiettivo è dominare le partite dall'inizio alla fine. "Non c'è poi tanta differenza tra avere un pizzico di culo e una mentalità vincente". "Non è un girone semplice". Ci creerà molte difficoltà perché dovremo difendere bassi.

Ci sarà da soffrire ma dovremo sfruttare le occasioni. Giocando meno bene del solito, ma con una praticità e un cinismo che quasi stonano con il concetto di Sarrismo, il Napoli vince a Bologna 3-0 soffrendo e risolvendo il match nella ripresa grazie alle reti di Callejon, Mertens e Zielinski, ma anche alle parate di Reina. Li vedrete appena riposerà Insigne, non so se questo accadrà domani o più avanti. Il tecnico dei partenopei è partito parlando di Raiola: "Non so neanche cosa esattamente abbia detto. Avanti abbiamo una stagione affascinante, ragioniamo partita per partita e sono concentrato su questo".

Il Napoli sta vivendo una vera e propria favola con il suo condottiero Maurizio Sarri. Posso confermarvi che il girone è molto duro, c'è il campione olandese e il campione ucraino e poi la forza del City la conoscono tutti. Lo capiscono anche i bambini che del resto sono più intelligenti di noi adulti. Ricordo le due reti alla Dynamo Kiev dell'anno scorso, mi aiutarono tanto. Poco conosciuta in Italia, ma molto forte e abituata a fare la partita.

Inizia la conferenza, prima domanda per Arek Milik. Gara che Maurizio Sarri presenta nella consueta conferenza stampa della vigilia.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE