Russia, falsi allarmi bomba "simultanei",20mila evacuati a Mosca

Bruno Cirelli
Settembre 13, 2017

Panico a Mosca, dove una raffica di allarmi bomba "quasi simultanei" ha spinto all'evacuazione di oltre ventimila persone. In particolare il discorso riguarda le stazioni Kievsky, Yaroslavsky e Kazansky, il centro commerciale "Metropolis" sulla superstrada Leningradskoye, i magazzini GUM sulla Piazza Rossa, la Facoltà di Medicina dell'Università Statale di Mosca Sechenov e il centro commerciale Mitinskiy Radiorynok a Mitino.

"Sembra un caso di 'terrorismo telefonico, ma dobbiamo verificare la credibilità di questi messaggi", ha riferito una fonte dei servizi di emergenza alla Tass, rilevando che le chiamate sono arrivate allo stesso tempo e sono proseguite anche dopo l'inizio delle evacuazioni. I servizi stanno indagando sull'ipotesi che le chiamate possano essere state pre-registrate e 'innescate' con l'ausilio di software digitali.

Per il momento tuttavia, non sono state ritrovate bombe in alcun sito. La gente si trovava in trenta siti tra shopping center, stazioni ferroviarie e università. I servizi d'emergenza sono al lavoro.

Il numero delle persone evacuate a Mosca in seguito all'ondata di falsi allarmi è salito a 20mila, anche se "i numeri sono in corso di verifica".

Il portale della Bbc parla di "una fonte delle minacce poco chiara" anche se un funzionario ha suggerito che arrivi al di fuori della Russia.

LA TENSIONE - La Russia vive una settimana di tensione, con numerosi falsi allarmi bomba registrati negli ultimi giorni.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE