Pediatra assenteista, avrebbe preso 190mila euro senza mai lavorare: sospesa

Bruno Cirelli
Settembre 13, 2017

La Guardia di Finanza le ha già notificato una misura di sospensione dall'uffucio per 10 mesi e ha proceduto al sequestro di tre beni immobili e un veicolo di grossa cilindrata per un importo pari a 190 mila euro, ossia al presunto danno cagionato dalla donna all'ente pubblico. Gli investigatori hanno focalizzato la loro attenzione sulla posizione del medico specialista in chirurgia pediatrica che evidenziava diverse anomalie. In realtà, per ben tre anni (dal 2013 al 2015), pur risultando presente "su carta", la donna non si sarebbe presentata negli ambulatori.

L'incarico prevedeva lo svolgimento di attività ambulatoriale in cinque poliambulatori della fascia tirrenica della provincia di Messina tra Sant'Agata di Militello, Capo d'Orlando, Santo Stefano di Camastra, Mistretta e Tortorici, secondo un calendario stilato dalla stessa Azienda sanitaria, per 30 ore settimanali.

Ingegnoso anche il sistema messo in atto per giustificare le assenze: creare un'attività di prevenzione in alcune scuole primarie della provincia che consisteva in visite mediche per gli alunni.

La violazioni vanno dalla truffa ai danni del servizio sanitario al reato di false attestazioni e certificazioni sulla presenza al lavoro.

Sopralluoghi, acquisizione di documenti, testimonianze, in alcuni casi i finanzieri della tenenza di Sant'Agata di Militello si sono finti genitori di pazienti scoprendo che nell'ambulatorio la pediatra non era neanche conosciuta dal personale. I finanzieri nel corso delle minuziose indagini, hanno scoperto che la dottoressa rendicontava falsamente all'ente sanitario quasi 1.300 visite mediche che, perl, non aveva mai effettuato. Un espediente che le permetteva di percepire ulteriori indennità previste per le partecipazioni alle commissioni per il riconoscimento dell'invalidità civile.

La dottoressa, di fatto, avrebbe percepito uno stipendio mensile di circa 30mila euro l'anno, comprensivo di rimborso per i chilometri effettuati, senza mai essersi presentata in servizio.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE