L'avvocato di Corona: "Fabrizio rimane in carcere. Inizierà lo sciopero della fame"

Bruno Cirelli
Settembre 13, 2017

Durante la trasmissione "Mattino Cinque", l'avvocato difensore di Fabrizio Corona, Ivano Chiesa ha parlato della situazione dell'ex paparazzo.

"Siamo tutti senza parole e sotto shock", ha affermato inoltre Chiesa. Ora Fabrizio Corona sta pensando di protestare contro la decisione con uno sciopero della fame: "Gli ho detto di ragionare, di non fare così ma lo conosco, ha un carattere molto forte ed è un uomo molto determinato e secondo me lo farà e quando lo farà lo farà fino alla fine perché lui dice che ora si sente un sequestrato". I suoi legali, però, hanno già presentato una nuova istanza e, dunque, l'ex re dei paparazzi presto potrebbe uscire dal carcere.

Corona non è un delinquente professionale, lo hanno riconosciuto gli stessi giudici, nelle motivazioni della sentenza light pronunciata a giugno.

Nel testo che spiega le motivazioni per la condanna per sottrazione fraudolenta delle imposte si legge "Il collegio non ritiene di dover dichiarare Fabrizio Corona delinquente professionale ai sensi dell'articolo 105 del codice penale. La natura prettamente fiscale e le concrete modalita' del reato per il quale l'imputato e' stato giudicato colpevole non consentono di ritenere, alla luce della ricostruzione complessiva dei fatti e della lontananza nel tempo delle condotte che hanno dato origine alle precedenti condanne, che egli viva abitulamente del provento dei reati". Esclusa quindi l'ipotesi della collusione con la mafia, cioè di essere riciclatore di soldi sporchi. "Non emergono da alcun atto dell'istruttoria dibattimentale, un'istruttoria che è stata molto ampia - hanno scritto i giudici - segnali di contatto tra Fabrizio Corona e ambienti della criminalità organizzata".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE