Gasperini: "Tanta gente a Reggio, difficile ma ci proveremo"

Rufina Vignone
Settembre 13, 2017

Al Mapei Stadium di Reggio Emilia, oltre a Gasperini, nella solita conferenza stampa alla vigilia del match di Europa League contro l'Everton, è intervenuto anche Alejandro Gomez. Abbiamo tanta fiducia, affrontiamo però con gran rispetto questa competizione.

L'entusiasmo che gravita intorno all'Atalanta, tornata in Europa dopo tanti anni, è tanto e il mister nerazzurro Gian Piero Gasperini si augura non sia fonte di distrazione per i suoi giocatori. "Non abbiamo obiettivi particolari ma la curiosità di affrontare questa squadre e misurarci con loro". Poi, proprio sul fatto di non giocare all'Atleti Azzurri d'Italia, bensì a Reggio Emilia, ha sottolineato: "Dovremo spostare l'attenzione su noi stessi, per quanto ci fa grande piacere tutto questo seguito, noi dobbiamo concentrare sulla gara, perché questa è la cosa che più conta". C'è la speranza per tutti di andare avanti il più possibile. "La gente vive nuovamente quell'entusiasmo".

L'Atalanta affronterà la competizione senza fare calcoli in chiave campionato quindi.

La nuova maglia, che presenterà il logo Uefa Europa League sulla manica destra e la scritta scritta "RESPECT" accompagnata dal simbolo Uefa sulla sinistra, è stata svelata nella giornata di oggi alla presenza del presidente dl club bergamasco Antonio Percassi. "Dobbiamo adattarci, ma le nostre caratteristiche non dobbiamo cambiarle". Infine l'Everton: "È una squadra inglese tipica, con molta fisicità". Il girone è difficile, c'è inoltre una squadra francese e quella di Cipro non è un outsider. "Però siamo pronti per questa competizione". Gomez o Rooney? Wayne Rooney, ovviamente. Sulla panchina dell'Everton allora c'era Roberto Martinez, attuale allenatore del Belgio, e la rosa a disposizione del tecnico ex Wigan non era così lunga e con le qualità che ha la rosa attuale, che può vantare giocatori del calibro di Rooney, Schneiderlin e Klaassen (solo per citarne alcuni). Sono contento di vivere questo periodo.

Riguardo la formazione, Gasperini non fa rivelazioni, ma afferma di avere le idee molto chiare. Sulla formazione: "Ce l'ho in testa. Per domani, per quanto non la annunci, posso dire che siamo pronti". "Però ce la possiamo giocare con tutti". Credo che sia comunque un problema passeggero: "di Gosens sapremo meglio lunedì, mentre Spinazzola dovrebbe star fuori una settimana-dieci giorni".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE