Ecclestone conferma: Alonso resta alla McLaren

Rufina Vignone
Settembre 13, 2017

Un Ecclestone che dunque scarica la colpa sulla McLaren e assolve Honda, alimentando allo stesso tempo dei dubbi sulla partnership con Renault, ormai prossima all'ufficialità.

L'unica clausola per favorire questa soluzione sarebbe stata la rottura del rapporto tra McLaren e Honda e, sembra, che questa eventualità sia pronta a realizzarsi. La scuderia di Woking lascia così il binomio con i giapponesi, tanto fortunato ai tempi di Senna e Prost, ma davvero disastroso nelle ultime tre stagioni, con zero podi conquistati. Però non si capisce bene come e dove: in McLaren è già stato confermato Stoffel Vandoorne, mentre Fernando Alonso non avrebbe problemi a restare, sapendo di avere un motore meno problematico (sebbene anche i Renault abbiano avuto parecchie magagne, dai test precampionato ad oggi). L'ex boss della F1, parlando al Daily Mail, ha garantito che "L'accordo della McLaren con la Renault è praticamente fatto e che Alonso rimanga è una super notizia". Non capisco perché McLaren sarà più felice con la Renault rispetto che con la Honda. Non era colpa di Honda se le cose non funzionavano, ma della McLaren. La situazione è complessa e per nulla scontata con Red Bull che vede di buon occhio la fornitura al suo team satellite; già Horner e compagnia si fregano le mani in vista della fornitura gratis di PU che prima o poi dovrebbero diventare affidabili e performanti così da concentrare tutti i loro investimenti solo sul telaio, in pratica quello che desidera in maniera spasmodica Adrian Newey per il quale il motore è solo un accessorio della vettura e non il punto centrale, proprio il contrario da quanto fatto da Mercedes in questi anni.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE