Corea del Nord: l'Onu approva all'unanimità le nuove sanzioni

Bruno Cirelli
Settembre 13, 2017

Le conseguenze delle sanzioni potrebbero essere imponenti per l'economia della Corea del Nord se non fosse che l'ONU ha di fronte un Paese poco incline all'accettazione e alla diplomazia.

La risoluzione prevede ancora il divieto di rilasciare permessi di lavoro ai cittadini nordcoreani all'estero. La risoluzione votata prevede invece il taglio del 30% delle forniture di petrolio, ma vi aggiunge anche un bando sull'export del tessile nordcoreano, la seconda industria del Paese, con un volume di affari di almeno 700milioni di dollari.

Il documento approvato però non presenta i provvedimenti prospettati dall'ambasciatrice Usa alle Nazioni Unite Nikki Haley dopo i recenti test atomici di Pyongyang: la bozza presentata dagli Stati Uniti è stata infatti modificata pesantemente, soprattutto per evitare il veto di Russia e Cina.

"Stiamo cercando di spingere il regime a fare la cosa giusta", ha continuato la rappresentante americana all'Onu, che è sembrata aver ammorbidito i toni rispetto alla settimana scorsa, quando disse che la Corea del Nord "stava cercando la guerra" e che la pazienza degli Stati Uniti "non è illimitata".

"Il mondo civilizzato deve fare quello che la Corea del Nord non sta facendo, ossia fermare la sua marcia verso la costruzione di un arsenale nucleare".

Le ultime sanzioni contro la Corea del Nord approvate del Consiglio di Sicurezza dell'Onu, sono il "prodotto di una scellerata provocazione". Stiamo rispondendo ad un pericoloso nuovo sviluppo: "il test nucleare del 3 settembre con la bomba all'idrogeno", ha precisato Haley. Come era lecito aspettarsi, la Corea del Nord non è rimasta in un angolo a guardare, anzi.si può dire che agli USA conviene "guardarsi le spalle". Stati uniti, Gran Bretagna, Francia e Italia hanno giudicato la risoluzione adottata "molto solida", "equilibrata" e tale da consentire all'Onu di affermare la sua "unità" e "determinazione".

Lunedì il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha approvato all'unanimità il nono round di sanzioni contro la Corea del Nord.

Secondo il comunicato pubblicato lo stesso giorno dall'Agenzia d'informazione centrale coreana, la risoluzione n°2375 del Consiglio di Sicurezza, che è stata architettata dagli Usa con varie misure e metodi, è una provocazione che mira a privare la Corea del Nord del sacrosanto diritto di autodifesa e a soffocare il Paese e il suo popolo tramite un embargo totale.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE