Birmania, San Suu Kyi travolta dalle critiche: diserta l'assemblea Onu

Bruno Cirelli
Settembre 13, 2017

La scorsa settimana, il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres aveva annunciato di voler inserire nell'agenda dell'Assemblea la questione della crisi della minoranza etnica islamica dei Rohingya, in fuga dalle violenze nello Stato del Rakhine, nella Birmania nord-occidentale.

Secondo stime delle Nazioni Unite, circa 370.000 musulmani Rohingya hanno dovuto lasciare i propri villaggi e tornare in Bangladesh per la violenta repressione dei militari birmani, iniziata a fine agosto e vivono in grande precarietà.

"Per darvi un'idea, circa 220.000 persone sono entrate in Bangladesh in soli sei giorni tra il 4 e il 10 settembre e non abbiamo alcuna indicazione che questo flusso si fermerà presto. Fra i rifugiati ci sono anche madri in gravidanza", ha dichiarato Jean Lieby, Responsabile UNICEF per la protezione infanzia in Bangladesh.

Primo ministro del Bangladesh chiede alla Birmania di cessare le violenze sui Rohingya

Il primo volo è atterrato a Dacca stamattina con 91 tonnellate di aiuti che saranno trasportati presso i campi profughi di Cox's Bazar, nel sud-est del Bangladesh, ha precisato il portavoce dell'Unhcr Adrian Edwards. La premio Nobel per la Pace, e leader di fatto della Birmania (rinominata Myanmar), Aung San Suu Kyi, 72 anni, diserterà l'Assemblea Generale dell'Onu sulla tragedia della minoranza musulmana dei Rohingya in Birmania: per l'Onu e per Amnesty International sono vittime di pulizia etnica nel Paese guidato da Suu Kyi. "Da parte nostra, come Paese vicino, faremo tutto quello che e' nelle nostre possibilita' per facilitare questo sforzo".

Alludendo quindi all'ondata di 300.000 profughi Rohingya giunti in Bangladesh nelle ultime settimane, Hasina ha spiegato che "li stiamo ricevendo ed accogliendo per ragioni umanitarie" ma che "la Birmania dovrà appena possibile riprenderli tutti sul suo territorio, condizione imprescindibile questa per mantenere rapporti di buon vicinato con i birmani".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE