Milan, Montella: "Troppi complimenti ci hanno distratto, abbiamo dormito poco e male"

Rufina Vignone
Settembre 12, 2017

Ma è anche una compagine che ha vinto tutto in tutto il mondo: "E' una brutta sconfitta, ci sono state tante cose negative sulle quali dobbiamo lavorarci" ha detto ancora l'allenatore del Milan dopo il 4-1 incassato contro la Lazio. Il tecnico Vincenzo Montella, dopo il 'mea culpa' pubblico delle ore successive alla sconfitta con la Lazio, ha voluto organizzare prima della seduta d'allenamento una sorta di confonto, un faccia a faccia con la propria squadra. Non farei un dramma più del necessario, veniamo da una pessima figura, presa nella maniera giusta può servire. La mancanza di reazione? "Poi negli ultimi 15 minuti ci abbiamo provato, ma purtroppo ormai la gara era persa". Conta un po' anche la sostanza. "Dobbiamo lavorare sull'atteggiamento, chiedo una squadra più pratica e che cerchi meno la bellezza". Ma l'ultimo è sicuramente quello tattico, perché non credo molto nel modulo.

Sui possibili cambi di modulo il tecnico campano s'è dimostrato fatalista: "Dovremmo imparare ad essere polivalenti e a cambiare anche in corsa". Non lo ricordano tutti, forse, ma noi abbiamo già giocato a tre dietro con altri interpreti in Europa League. Questo il probabile undici: Donnarumma confermato tra i pali, davanti a lui una difesa a tre composta da destra a sinistra da Musacchio, Bonucci e il rientrante Romagnoli, a centrocampo invece Biglia playmaker, Kessié mezzala destra e Bonaventura mezzala sinistra, Abate e Ricardo Rodriguez sugli esterni; in avanti, tandem offensivo che con ogni probabilità sarà composto da Kalinic e André Silva. Era già programmata la possibilità di riproporre la difesa a tre quando avremmo avuto più allenamenti.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE