Corea: Seul teme un altro missile da Pyongyang

Bruno Cirelli
Settembre 11, 2017

"Dalle immagini si percepiscono chiaramente macchie e disturbi elettromagnetici, ben più numerosi di quello che si è visto nei precedenti test effettuati da Kim Jong Un" hanno scritto gli esperti Frank V. Pabian, Joseph S. Bermudez Jr., and Jack Liu in un paper uscito sul sito dell'associazione 38 North.

Pyongyang, 7 set. (askanews) - Grande festa in Corea del Nord per il risultato del test nucleare: fuochi d'artificio, danze, fiori e decine di migliaia di persone che si sono radunate per una gigantesca cerimonia nella piazza centrale della capitale Pyongyang: tutti hanno applaudito un convoglio di autobus che trasportava gli scienziati che hanno reso possibile l'exploit. "Il conflitto militare deve essere evitato a tutti i costi" ha detto in TV.

Intanto, Seul e Washington hanno dispiegato in Corea del Sud quattro lanciamissili Thaad (Terminal High-Altitude Area Defense), lo scudo antimissle americano come contromisura di difesa contro un eventuale attacco dal Nord.

La Corea del Nord il 3 agosto ha annunciato il successo del test di una testata di idrogeno, destinata ad equipaggiare missili balistici intercontinentali.

Il presidente Donald Trump spinge per un pressing sempre più forte su Pyongyang, anche militare: la portaerei a propulsione nucleare Ronald Reagan ha lasciato la base di Yokosuka, in Giappone, per una "missione a lungo termine", con l'obiettivo di mantenere la sicurezza nell'Asia Pacifico. Dopo la telefonata di ieri con la cancelliera tedesca Angela Merkel, il presidente Xi Jinping ha avuto un colloquio con l'omologo francese Emmanuel Macron: ha ribadito il proposito di arrivare a denuclearizzare la penisola coreana e alla soluzione della crisi "soltanto con mezzi pacifici, inclusi dialogo e negoziati".

I test del Nord sono spesso associati a importanti eventi o ricorrenze legati a storia e leadership del Paese.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE